Preventivo Seo … come quantificare i costi?

Un buon preventivo seo prevede un lavoro di analisi seo del tuo sito, del tuo settore e del tuo prodotto.

Si può essere generalisti in termini di preventivo seo quando si tratta di costruire un sito vetrina, ma qualora si parla di posizione del sito stesso nelle pagine di Google l’argomento dovrà essere trattato in modo analitico e capillare. Come si fa un preventivo seo? Molte agenzie devono considerare, oltre alle ore di lavoro dei singoli professionisti, anche la copertura delle spese vive d’azienda, sia essa produttrice di laminati, servizi o antivegetativa, siano esse l’affitto dei locali in cui l’agenzia riceve e lavora, le utenze e chiaramente la pressione fiscale. Il Freelance Seo, che lavora da casa, può contenere questi costi, naturalmente nell’era digitale non mancano le possibilità di comunicare con il cliente faccia a faccia, dall’utilizzo di Skype, alle chat offerte da gmail, il freelance può occuparsi di un lavoro a distanza ovunque si trovi, questa parte è importante perchè fa la differenza in termini di preventivo e costi del sito web da realizzare. Ciascun seo professionista quindi decide il suo tariffario, in base ai tempi di lavorazione, che via via si uniformano rendendo sufficientemente semplice l’indicare un preventivo per un sito statico, o così detto “vetrina”. Quando invece il sito esiste già, magari è stato fatto da agenzie che hanno chiuso i battenti, o ancor peggio non ha prodotto alcun risultato e non fa traffico, ecco che ci si trova nella necessità di migliorare, qualora possibile, il proprio sito, attraverso le tecniche Seo utili a posizionare nei primi posti della classifica del motore di ricerca.

Parliamo quindi di un preventivo seo per un sito esistente, quali sono le variabili nei costi che il professionista includerà nel preventivo?

  • tipologia di sito
  • settore o categoria del servizio/prodotto proposto dal sito
  • autorità del brand
  • numero di contenuti da creare 
  • numero di contenuti da ottimizzare
  • concorrenza e difficoltà delle key da posizionare

L’analisi del tipo di sito comprende l’individuare la piattaforma utilizzata per creare lo stesso, si va da CMS proprietari, sviluppati quindi da un singolo programmatore o da una agenzia, alle piattaforme come wordpress, joomla, prestashop e molte altre, programmate da team in open source, ovvero costantemente aggiornate da un gruppo di programmatori. Naturalmente avere un CMS proprietario include una sorta di “vincolo” tra il cliente e il programmatore, vincolo che costa sia in termini di denaro, che in termini di affidabilità.

Il settore, la nicchia, o ancora la categoria in cui il  sito è inserito conta moltissimo, ci sono settori relativamente piccoli, e categorie molto ampie. Un pratico esempio va da una nicchia locale, come può essere “ristoranti Portogruaro”, piccola  poichè il volume di ricerca è limitato e poco concorrenziale. Un grosso settore invece è ad esempio “alberghi a Roma”, naturalmente il volume di ricerche è molto più ampio e ci si trova a concorrere con altri siti agguerriti, spesso anche con portali di grande rilevanza nel settore. In pratica, la differenza tra il volere un ecommerce che venda ogni tipo di mobile, e l’averne uno che si concentra specificatamente nei mobili provenzali, il settore è lo stesso, ma la necessità è più concentrata e quindi meno difficile da posizionare.

Autorità del Brand significa quando il brand, la marca, il nome, è famoso di per se, ci sono moltissimi brand famosi, che già di per se maturano visite, il lavoro seo in questo caso è diverso, maggiore è l’autorità del Brand minore sarà la difficoltà nell’ottenere menzioni da altri siti, e quindi link naturali.

Numero di contenuti, in relazione alle chiavi di ricerca, sono aspetti fondamentali del buon preventivo seo, ottimizzare 10 testi che creino una serie di query (frasi di ricerca) portando traffico organico è il primo fine del professionista seo. Come per le nicchie di settore, maggiori sono i contenuti, maggiore è il lavoro, lavoro che deve essere pensato fin dall’inizio, per evitare forme di autoconcorrenza, e quindi puntando a posizionare più chiavi di ricerca possibile nelle prime posizioni del motore.

Nei casi di siti già pubblicati, ci si può trovare di fronte a testi scritti male, per male non intendiamo solo la grammatica, anzi diremo che questo aspetto viene dopo la costruzione programmata di un testo che contenga sapientemente ogni correlata, ogni sinonimi, relativo a una key, in grado di essere scansionato dal bot di google e di produrre quindi risultati. Abbinare a questo aspetto tecnico, un contenuto che sia realmente leggibile dall’utente, e che dia valore aggiunto, è una peculiarità dei copywriter. Nei preventivi seo infatti, una agenzia o un freelance che si rispetti, dovrebbe già inserire il conteggio del numero di articoli da far scrivere ( o da scrivere lui stesso) senza attendere testi dal cliente, che possono essere chiesti solo ed esclusivamente come “bozze” o come tracce su cui costruire il testo ottimizzato.

Concorrenza delle key come per le nicchie e le categorie di settore, è facilmente intuibile anche dai profani della seo che la chiave di ricerca ” cerco casa a Roma” non può essere accostata alla chiave ” cerco testo di educazione cinofila”, e mi scuserete per l’esempio ma non me ne veniva uno migliore! Ci sono chiavi ad alta concorrenza perchè di media il volume delle ricerche è molto ampio, prendiamo in esame ad esempio la parola “oroscopo”, solo questa key prevede un milione e duecento mila ricerche mensili, ben capirete che trovarsi in cima a Google con una proiezione di traffico del genere vi aprirebbe decine di possibilità di guadagno, ed ecco che la parola oroscopo rientra tra le parole più difficili da posizionare, in una scala da 1 a 10, probabilmente siamo a 10. Non si parla di soli volumi, di quantità di utenti quindi, ma anche di targhet, e aprire una parentesi è doveroso. Ci sono chiavi di ricerca che non vengono cercate da migliaia di persone, ma da qualche centinaio a volte, eppure la concorrenza è elevatissima, perchè? Perchè si dice in gergo seo che sono chiavi che convertono molto. Mi viene in mente, rispetto ad analisi eseguite tempo fa, che “centro congressi Milano” può essere una di queste chiavi ad altissima concorrenza, ma a basso volume, e questa cosa la si può scoprire solo studiando una serp (i risultati di ricerca) del determinato settore.

Ecco dunque spiegati i principali punti di analisi seo per quanto riguarda il preventivo seo di un sito. Per avere un preventivo personalizzato contattaci pure dal modulo di contatto indicando il sito da analizzare, o se il tuo è un nuovo percorso indicherai qual’è il settore di tua pertinenza, cosa vuoi vendere e dove, in base all’analisi ti verrà inviato il miglior preventivo seo che SitiWebTriveneto può fare.

Richiedi più informazioni o un preventivo

10 + 14 =

*Campo Obbligatorio

Privacy policy

Ai sensi del D.Lgs. 196/2003 e successivi vigenti, relativo alla tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento dei dati personali, ti informiamo che i dati da noi raccolti riguardanti la tua persona, saranno utilizzati nel rispetto dei principi di correttezza, liceità trasparenza e tutelando la tua riservatezza e i tuoi diritti.

Chi Siamo

Siti Web Triveneto opera nella realizzazione di siti web e nella revisione di siti già esistenti, dai più semplici ai più complessi. Conoscendo il territorio del Triveneto possiamo offrire un servizio ancora più attento e specifico rispetto ad aziende nazionali, anonime e senza contatto diretto con il cliente

Contatti

T. +39.0421.631667

M. +39.388.8174824

info@sitiwebtriveneto.com

Via Romagna,8 - 30026

Portogruaro - VENEZIA